Dating addiction: rimanere sulle app di incontri quando si è in una relazione (felice)

slot machine love

Può sembrare strano, ma è frequente (più di quanto si pensi) continuare a controllare le app di incontri nonostante si sia già in una relazione. E in una relazione stabile e felice. Per qualche motivo non si riesce proprio a disinstallare dal telefono quella (o quelle) dating app. Dipende dalla curiosità, dalla noia o da cosa? Certo non si vuole mettere in discussione il/la partner, però a volte “non si può fare a meno” di dare un’occhiata. Ben sapendo che non è giusto, ma diciamocela tutta: è un atteggiamento innocuo. O no?  Ecco che si cade nella dating addiction. L’essere dipendenti dagli incontri.  In questo articolo parliamo del perché accade e di come evitare di causare problemi alla relazione. Per ritrovare l’equilibrio e, perché no, darle un nuovo sprint!

La dating addiction, ossia la dipendenza dagli appuntamenti (e dalle app di incontri) è spesso associata a persone che cercano un partner romantico, ma cosa succede quando qualcuno ha già una relazione stabile? Sorprendentemente, la dating addiction può ancora emergere (e devastare) le relazioni consolidate.

Questa “dipendenza” è a volte definita “infedeltà emotiva” e si verifica quando uno o entrambi i partner si impegnano compulsivamente nella ricerca di convalida esterna, attenzione o connessione emotiva al di fuori della loro relazione. Il fascino di interazioni nuove ed entusiasmanti, unito alla facile accessibilità delle dating app, può amplificare questo atteggiamento: è facile farsi prendere la mano dall’adrenalina e dalla gratificazione istantanea!

Ecco che quel brivido di eccitazione che si prova chattando di nascosto con qualcuno su una app di incontri, mentre si è già impegnati in una relazione, può trasformarsi in una vera e propria dipendenza. Quella che all’inizio sembra un’innocua distrazione può diventare un’ossessione pericolosa, capace di distruggere la relazione e la propria autostima, nonché la fiducia e stima del/la partner.

Proprio come alla slot machine, nonostante si abbia già fatto una bella vincita (o addirittura fatto jackpot!), si continua a voler “tirare la leva”, si pensa sempre che il prossimo tiro sia quello definitivo… e spesso si perde tutto. 

“Le persone felici non fantasticano mai; lo fanno solo gli insoddisfatti.”

Sigmund Freud

Cause ed inneschi

La dipendenza da app di incontri è una condizione psicologica in cui si sente un bisogno incontrollabile di “consultare” le dating app (se non anche andare a nuovi appuntamenti) anche quando si già impegnati in una relazione. È un’ossessione che può diventare problematica e dannosa per la relazione stessa. Questa dipendenza è spesso alimentata da un forte desiderio di convalida dell’autostima. Ci si potrebbe sentire continuamente insoddisfatti e annoiati nella relazione attuale, e cercare costantemente nuove conquiste per colmare quel vuoto. Similmente alla dipendenza da incontri di quando si è single, ci sono vari fattori scatenanti che possono contribuire alla dating addiction all’interno delle relazioni. Vediamone alcune.

La curiosità non ha ucciso il gatto (o sì?)

Siamo esseri umani, curiosi per natura, quindi anche quando siamo soddisfatti della nostra relazione non possiamo fare a meno di chiederci cosa ci sia là fuori.  Le APP di incontri soddisfano questa curiosità in modo innocuo, ci permettono di esplorare altri single (o impegnati come noi!) senza tradire il nostro partner. 

Ma è veramente così innocuo? E veramente non tradiamo il/la partner?

Dipendenza dallo swipe e dalla dopamina.

Brivido della novità? Le sensazioni di eccitazione, quando si aprono le dating APP, vedere i nuovi match, leggere i messaggi (e rispondere) danno un brivido di novità, con la prospettiva di conoscere qualcuno di nuovo. Un po’ come aprire un regalo avvolto in una bella carta colorata. Non si sa cosa c’è dentro. Ma non si vede l’ora di scoprirlo. 

La gratificazione dell’inizio, come tutte le “dipendenze” abitua il nostro cervello, quindi per ottenere la stessa scarica di adrenalina si deve intensificare l’azione che la provoca. E così che una semplice abitudine si può trasformare in un bisogno: iniziamo a controllare più spesso la dating app e a rispondere ai messaggi. Con anche gli effetti negativi dello swiping – ossia il meccanismo tipico di scelta in alcune dating app –  e della swipe fatigue.

VEDI ANCHE

swipe fatigue

Uno sfogo innocente?

A volte usiamo le APP di dating come una valvola di sfogo innocente, magari la nostra relazione sta attraversando un periodo difficile, ci sentiamo annoiati e sfogliare profili di estranei stimola il nostro lato avventuroso senza conseguenze dirette (o almeno è quello che pensiamo…).

La mancanza di impegno e insoddisfazione emotiva

A volte una relazione non coinvolge veramente entrambi i partner allo stesso livello. Il sentirsi insoddisfatti o emotivamente disconnessi nella relazione attuale può spingere a cercare la convalida emotiva e l’intimità altrove. L’ego ha bisogno di essere nutrito, facciamola semplice, a tutti piace essere desiderati, sentirsi il attraente e ricevere conferme esterne sull’aspetto fisico è un’emozione potente, come il girare la leva alla slot machine.

La noia e la mancanza di stimoli.

A volte si rimane sull’APP semplicemente per noia e per “ammazzarla” si cercano quindi delle novità. Scorrere i profili diventa un’abitudine di quando non c’è altro da fare, che può fornire uno stimolo mentale e un senso di aspettativa, specialmente se la routine di coppia si è fatta troppo prevedibile.

L’erba del vicino è sempre più verde? 

Dopotutto, come possiamo essere certi che il/la nostro/a partner sia davvero l’anima gemella? Le APP di incontri ci illudono che ci sia sempre qualcosa di meglio in serbo per noi. Questa mentalità dell’erba più verde può facilmente creare un ciclo senza fine di ricerca di un ideale irraggiungibile.

Questa piccola vocina continua a sussurrare “ma e se…?” E se ci fosse qualcuno meglio là fuori, qualcuno di più attraente, più divertente, che mi capisca e valorizzi di più? In inglese è stata coniato anche un termine a riguardo, e questo la dice lunga: FOMO (Fear of Missing Out) ci si riferisce alla paura e ansia sociale di essere esclusi da esperienze ed eventi. In un’epoca in cui le opzioni sono apparentemente infinite, alcuni individui potrebbero soccombere alla paura di perdere connessioni nuove ed entusiasmanti. 

Le APP di incontri offrono una finestra sull’intero catalogo, un appassionante mix di rulli da slot machine. Non resta che girare la leva per far uscire le combinazioni. E gira. E gira…

roulette love

Sintomi e segnali

I segnali rivelatori che indicano una possibile dipendenza da dating includono.

  • mentire costantemente al partner sulla propria fedeltà,
  • passare molto tempo a navigare sulle APP, fantasticare ossessivamente sui potenziali partner.
  • mancanza di attenzioni verso il/la partner
  • perdita di interesse per l’intimità con il/la partner attuale… 
  • bassa autostima e bisogno di conferma esterna

Invece di affrontare le  difficoltà nella relazione, si preferisce evadere attraverso incontri, realizzati in presenza o  anche “fermandosi” a livello di chat sulle app.

 

“La felicità è desiderare quello che si ha.”

Sant’Agostino

VEDI ANCHE

relazioni

Effetti sulla relazione

La dipendenza da incontri all’interno delle relazioni può avere profondi effetti negativi sui partner coinvolti e sulla relazione in sé. 

Ecco alcuni problemi comuni associati alla dating addiction nelle relazioni consolidate:

  • Deterioramento della fiducia: l’infedeltà emotiva mina la fiducia nella relazione. SEnza se e senza ma. Quando un partner scopre che l’altro cerca continuamente connessioni emotive al di fuori della relazione, la fiducia viene infranta, la stima crolla, causando danni significativi.
  • Distacco emotivo: la ricerca di connessioni esterne può portare al distacco emotivo all’interno della relazione. Investendo più tempo, energia ed emozioni nelle relazioni esterne (anche in forma di “semplice” chat), si lascia il/la partner con la sensazione di essere trascurato/a e di essere poco importante.
  • Perdita di intimità emotiva: la connessione emotiva è una componente cruciale di qualsiasi relazione. Quando i partner cercano riconoscimento emotivo e connessione al di fuori della relazione, l’intimità emotiva tra loro ne risente, portando a sentimenti di solitudine e distacco.
  • Perdita di concentrazione sulla propria relazione: sprecare ore preziose a scorrere e chattare con profili sulle APP, è tempo e energia che si potrebbe dedicare al/la partner, alla relazione e alla propria crescita personale.
  • Impatto sulla soddisfazione complessiva della relazione: la ricerca costante della convalida da parte di esterni può creare una percezione distorta secondo cui l’erba del vicino è sempre più verde. Ciò può portare a un perpetuo stato di scontento nella relazione stabile, ostacolando la capacità della coppia di costruire una connessione appagante e duratura. Inoltre, si invia un messaggio contraddittorio al/la partner: da un lato si dice di essere felice, ma dall’altro si continua a cercare altre opzioni. Questo mina la nostra credibilità, fiducia e stima.

Come risolvere

Riconoscere e affrontare la dating addiction all’interno di una relazione è fondamentale per la salute e il benessere di entrambi i partner. Ecco alcune strategie per gestire e superare efficacemente questo stallo all’interno di relazioni consolidate.

Comunicazione aperta e onesta

Una relazione sana si basa sulla fiducia e sulla comunicazione aperta. Esprimere preoccupazioni, paure e bisogni consente una migliore comprensione delle emozioni reciproche e può aiutare ad affrontare i problemi di fondo.  Se si sta ancora utilizzando le app di incontri, è bene parlarne con il/la partner. Spiegare i motivi, senza giustificazioni, bugie. Ascoltare anche le sue preoccupazioni con mente aperta. Una comunicazione onesta può evitare malintesi più grandi. 

VEDI ANCHE

lingue amore

Riflettere sulle motivazioni.

Chiedere a se stessi perché si continui a usare le APP di incontri, se è semplice curiosità di vedere che c’è là fuori o ci sono problemi più profondi nella relazione. Una riflessione onesta sui motivi può aiutare a capire quali passi intraprendere dopo.

Cercare un aiuto professionale

Il coaching di coppia può fornire indicazioni e strumenti per affrontare le sfide associate alla dipendenza dagli appuntamenti all’interno di una relazione. Un professionista può aiutare a facilitare una comunicazione efficace, ricostruire la fiducia e favorire l’intimità emotiva.

Riaccendere la connessione emotiva

Investire tempo e impegno nella ricostruzione dell’intimità emotiva all’interno della relazione. Partecipare ad attività che promuovono la connessione e la comprensione, come appuntamenti serali, conversazioni profonde ed esperienze condivise.

Stabilire i confini

Stabilire confini chiari per quanto riguarda le interazioni online e l’utilizzo delle app di incontri. Discutere e concordare paletti con cui entrambi i partner si sentono a proprio agio, garantendo un senso di sicurezza e fiducia. Attenersi poi, ovvio, a quei paletti stabiliti (altrimenti è bene riflettere sul perché, si va nelle APP e soprattutto si continua a stare nella relazione).

Impegno per la crescita personale

E la responsabilità della propria crescita e sviluppo personale, dove stanno in tutto ciò? Dire “sono fatto/a così” non è un tassello di crescita. Nè personale, né della coppia. Assumersi le responsabilità della propria crescita va a balletto con assumersi le responsabilità (anche se al 50%, ma è sempre tanto) della crescita e riuscita della propria relazione. Concentrandosi sull’auto-miglioramento, si può trovare quella realizzazione dentro di sé, che riduce (se non annulla) la necessità di dipendenza dalla convalida esterna. 

Conclusione

La dating addiction all’interno delle relazioni rappresenta una minaccia significativa per la stabilità e la felicità di entrambi i partner. Coltivare una comunicazione aperta, promuovere l’intimità emotiva e cercare una guida professionale sono passi cruciali per affrontare e superare la dipendenza dagli incontri (e dalle dating APP) all’interno delle relazioni consolidate. E’ importante coltivare e apprezzare l’amore e il legame già presenti in una relazione, piuttosto che cercare appagamento al di fuori di essa. Se si vuole che una relazione duri, e duri nel migliore dei modi,  si deve lavorarci attivamente, trovare nuovi modi per connettersi o riavvivare la scintilla, dedicare del tempo di qualità l’uno all’altra, senza distrazioni. Con impegni e sforzi da entrambe le parti, si può superare questo ostacolo, crescere insieme e riaccendere la scintilla, anche più di prima. Trovare, o ritrovare, qualla “addiction” (dipendenza, in senso positivo) verso il/la partner.

“Si soffre molto per il poco che ci manca e gustiamo poco il molto che abbiamo.”

William Shakespeare

E tu?

Hai mai “sofferto, o soffri, di dating addiction?

Sei in una relazione stabile, e felice, ma non riesci a smettere di controllare le dating app?

Commenta qui sotto, se ti va, sarà interessante avere diverse opinioni.

Come coach ti aiuto a focalizzarti su cosa vuoi veramente nella tua relazione sentimentale, senza lasciarti abbindolare da distrazioni esterne.

Contattami per la sessione gratuita: capirai se il coaching è quello di cui hai bisogno, e vuoi.

5 1 voto
Article Rating
Registrami
Notificami
guest

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

Dating addiction: rimanere sulle app di incontri quando si è in una relazione (felice)